LEBRON JAMES E IL SIGNIFICATO DELL’ESSERE CAMPIONI

2
1146
LeBron James

di GIORGIO LONGOBARDI

Lo spirito di sacrificio, le motivazioni e l’abnegazione sono ingredienti essenziali per elevarsi al rango di campione. Sebbene si sia dotati di un talento fuori dal comune – paragonabile a un dono dalle caratteristiche soprannaturali – non si può assolutamente escludere la cura del proprio sé attraverso delle pratiche abitudinarie volte al perfezionamento e al consolidamento dello stesso; perché per quanto una determinata inclinazione funga da perno esistenziale, gli obiettivi materiali e spirituali necessitano di una carburazione sostanziale proveniente, magari, anche da altri ambiti. E nel caso di LeBron James, la genesi e l’affermazione che ne sono seguite denotano una crescita a dir poco invidiabile.

L’AUTO-INCORONAZIONE DI LEBRON JAMES

Nativo di Akron, capoluogo di una contea dell’Ohio, LeBron Raymone James Sr. è un giocatore di basket statunitense che, attualmente, milita tra le fila dei Los Angeles Lakers. Il suo è stato è un passato difficile, condito da una madre che si è preso cura di lui e da un padre la cui figura è avvolta dal mistero. Seppur privo di un simile riferimento, James si è dato da fare diventando un cestista totale: “The King” è, difatti, un autentico fenomeno, sia in attacco che in difesa; in più, la sua visione di gioco, la sua abilità al tiro e il suo strapotere fisico gli consentono di dominare la scena lasciando le briciole ad ogni antagonista che gli si pari davanti. D’altro canto, il suo palmares parla chiaro:

  • Tre titoli NBA (con Miami Heat e Cleveland Cavaliers);
  • Due ori olimpici (2008 e 2012) con la Nazionale degli Stati Uniti;
  • Quattro titoli da MVP della regular season (2008-2009, 2009-2010, 2011-2012 e 2012-2013);
  • Tre titoli da MVP delle finali NBA (2012, 2013 e 2016);
  • Tre titoli da MVP delle finali dell’All-Star Game NBA (2006, 2008 e 2018);
  • Miglior marcatore della stagione (2007-2008);
  • Rookie dell’anno (2004).

Insomma, una carriera sensazionale distante ancora anni luce dal suo fisiologico epilogo.

L’ATLETA DEL DECENNIO

Oltre a quanto esplicato prima, LeBron James vanta persino un rimarcabile impegno nel sociale. È sua, infatti, l’associazione chiamata LeBron James Family Foundation, una struttura il cui potere benefico e solidale cresce a vista d’occhio. Inoltre, non mancano mai, da parte sue, appoggi e sostegni a cause di beneficenza di varia fattura; ed è forse anche – e soprattutto – per questo che l’Associated Press non ha potuto esimersi dall’assegnargli il riconoscimento come atleta del decennio surclassando campioni del calibro di Lionel Messi, Tom Brady e Michael Phelps. Un’attribuzione di tutto rispetto, quindi, per un uomo dalla determinazione sconvolgente.

2 Commenti

Comments are closed.