“SPACCIATORI DI LIBRI” A SCAMPIA: UN SOGNO IMPOSSIBILE DIVENUTO REALTÀ

1
2174

di RAFFAELLA CARDONE

La Scugnizzeria è una libreria fondata dallo scrittore, libraio e editore napoletano Rosario Esposito La Rossa.

Nato a Scampia nel 1988, La Rossa è il primo libraio del quartiere, autore di diversi libri, tra i quali ”Sotto le ali dell’airone”, ”Fiori d’agave. Storia di straordinaria Scampia”, ”Eterni secondi. Perdere è un’avventura meravigliosa”, quest’ultimo pubblicato lo scorso anno (2019).

La Rossa è cugino di Antonio Landieri, vittima innocente della Camorra, ucciso all’età di 25 anni dal clan degli Scissionisti con due proiettili alla schiena durante la faida del 2004 avvenuta nel quartiere Scampia. Fu scambiato, insieme ai suoi 5 amici, per un gruppo di spacciatori del rione e colpito per ”errore” mentre giocava in piazza presso i Sette Palazzi in Via Antonio Labriola. Landieri, disabile motorio, a differenza dei compagni non riuscì a mettersi in salvo durante l’agguato.

La Scugnizzeria è un laboratorio sociale situato tra Scampia e Melito in Via Circumvallazione Esterna 20/A all’interno del parco privato Prima Casa. Un luogo di aggregazione culturale dove la porta è sempre aperta e gli ”scugnizzi” sono invitati a partecipare alle diverse attività che si svolgono al suo interno. Uno spazio dov’è possibile elaborare idee critiche adottando i temi della legalità.

La Scugnizzeria è la prima enolibreria situata nella periferia dell’area Nord di Napoli. Dispone di una propria redazione editoriale battezzata La Timoniera, il nucleo della Marotta&Cafiero editori. Al suo interno è possibile acquistare una moltitudine di libri di case editrici indipendenti, cd musicali, audiolibri e diversi prodotti alimentari campani come riso, vini artigianali e miele prodotto dalle api che vivono nella Selva di Chiaiano e sui boschi del Vesuvio, tutto all’insegna della sostenibilità locale.     

L’enolibreria, come anticipato, è una bottega dedicata all’inventiva e alla creatività. Al suo interno ritroviamo la Sala Pupella Maggio, intitolata all’attrice teatrale e cinematografica napoletana, nata a Napoli il 24 Aprile 1910 e deceduta a Roma l’8 Dicembre 1999.

La sala è composta da uno spazio teatrale attrezzato dov’è possibile partecipare a corsi di teatro, cinema, scrittura creativa e fotografia. Un luogo dove si organizzano eventi dedicati alla lettura, al cineforum e al teatro, grazie anche alla partecipazione di VoDiSca Teatro (acronimo di “Voci di Scampia”), associazione di promozione culturale. La scuola di recitazione è diretta da Maddalena Stornaiuolo, attrice e membro di VoDiSca, nonché moglie di Rosario Esposito La Rossa.

La libreria è munita anche di un Ospedale dei libri, laboratorio dove i libri dei giovani cittadini vengono ”curati”, riparati e riconsegnati. E, inoltre, possibile consegnare oli esausti, lampadine e medicinali scaduti grazie al progetto Lo Scoglio Ecologico.

In più, la Scugnizzeria è anche una bottega artigianale: il Laboratorio Piergiorgio Welby. Nato in onore del poeta, attivista, giornalista e pittore italiano, impegnato per il riconoscimento legale del diritto all’eutanasia in Italia. Il laboratorio offre differenti percorsi dove le persone possono cimentarsi in attività che riguardano la legatoria, l’illustrazione, fotografia, riciclo creativo, gyotaku (tradizionale metodo giapponese di stampa del pesce, una pratica che risale alla metà del 1800) e tanto altro.

Infine, all’interno di Scugnizzeria nasce anche il progetto dal titolo Mammarelle, uno spazio tutto al femminile dedicato all’artigianato, in un quartiere dove il tasso di ragazze madri è altissimo e la disoccupazione femminile è del 73,4% (media cittadina 49,1%).* Un luogo dove le donne di ogni età possono unirsi e realizzare manufatti unici e low cost, per sottolineare la capacità al femminile di ricoprire ruoli molteplici come essere mamme e imprenditrici nello stesso momento. Ogni prodotto realizzato all’interno dei laboratori della Scugnizzeria sono orgogliosamente Made in Scampia.

Un sogno impossibile diventato realtà.

*FONTE: Documento Regione Campania http://www.regione.campania.it/assets/documents/file_6832_GNR.pdf

Documentazione fotografica di Raffaella Cardone

© Riproduzione riservata

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui