INCHIESTA CORONAVIRUS – “SOLIDARIETÀ DIGITALE” E COVID 19

0
976

di ILARIA FORTUNA

Non sono necessari preamboli né giri di parole per affermare che oggi il mondo intero sta affrontando il periodo forse più buio degli ultimi anni.

Se, da un lato, i settori della sanità e delle scienze si stanno mobilitando e stanno lavorando senza sosta, e i governi cercano di adottare le misure adeguate, dall’altra ci sono le imprese che, nonostante le giustificate preoccupazioni e i timori dettati da questa situazione di emergenza, fanno rete e uniscono le proprie forze per supportare al meglio le persone in questo momento difficile.

L’Italia rientra proprio in uno di questi casi, grazie alla recente iniziativa “Solidarietà Digitale” del “Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione”, con il supporto tecnico dell’”Agenzia per l’Italia Digitale”.

Si tratta di un progetto di collaborazione che mira a “ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi.”, come si legge sul sito ufficiale dedicato al progetto: https://solidarietadigitale.agid.gov.it/?fbclid=IwAR3vlh7Jfc68cXJgj6hBHOwvriiELglwkAzDFNYh9KFVUS5fGzFyz-yHAHo#/

Numerose imprese e associazioni, come Wind Tre, Tim e Amazon Web Service solo per citarne alcune, hanno messo a disposizione degli utenti diversi servizi e soluzioni digitali gratuiti come forma di supporto non solo in ambito lavorativo.

Sul sito ufficiale è disponibile l’elenco, in continuo aggiornamento, di tutte le società che hanno aderito, in cui sono specificati anche il tipo di servizio offerto e la modalità di adesione o di iscrizione.

Cisco Italia e IBM, ad esempio, mettono a disposizione la piattaforma Cisco Webex Meetings per lavorare da remoto e organizzare la propria agenda come se ci si trovasse in ufficio. Italia Online, invece, mette a disposizione un anno di iscrizione gratuita al servizio Libero Mail Pec da 1 Giga.

Cosa ancora più importante, per tutte le società che volessero mettere a disposizione, a loro volta, uno o più servizi e/o soluzioni digitali gratuiti, c’è la possibilità di compilare un modulo di adesione dettagliato da inviare al momento.

È rincuorante vedere che in tutti i settori non mancano le iniziative in reazione all’emergenza che stiamo affrontando, con l’obiettivo di risolvere, per quanto possibile, i piccoli grandi problemi dettati dal repentino cambiamento delle abitudini che l’attuale situazione ci richiede.

Sarebbe ancor più rincuorante avere la certezza che, quando tutto si sarà risolto e questa crisi sarà solo un brutto ricordo, l’Italia non recederà da tali iniziative e non le accantoni in un angolo, ma che continui ad adottarle e ne lanci altre per rinnovarsi e migliorarsi, al fine di accrescere le potenzialità di sviluppo.