NETFLIX, IL VALORE AGGIUNTO DELL’INTRATTENIMENTO SOCIALE

0
3135
netflix

di GIORGIO LONGOBARDI

La stratificazione del concetto di intrattenimento subisce un’influenza costante, da parte della tecnologia, indirizzandosi verso nuove soluzioni più pratiche e altamente performanti. E se si vuole individuare un riferimento capace, tutt’oggi, di dare una scossa all’ambito in questione, la scelta non può che ricadere su Netflix. Grazie ad una crescita vertiginosa, la piattaforma streaming ha, difatti, cambiato radicalmente stili e abitudini relative alla fruizione di film e serie TV; ma se da un lato l’offerta in tal senso ha semplificato la preferenza di questo o quell’altro titolo, dall’altro ha anestetizzato una sfera fondamentale della socialità, ossia l’interazione. Nonostante ciò, le vanno attribuiti i tutti i meriti del caso, anche perché la sua caratteristica di valore aggiunto rinvigorisce la funzionalità creativa ed operativa di un mare magnum multimediale senza confini.

L’inarrestabile evoluzione di Netflix

Nel 1998, Reed Hastings e Marc Randolph decidono di aprire Netflix.com, un servizio di videonoleggio postale dei film in DVD presenti nel suo catalogo comprendente, tra l’altro, la possibilità di godere del relativo possesso per 7 giorni anziché 24 ore. Un anno dopo, viene introdotta la modalità della sottoscrizione, prototipo del punto di forza dell’egemone dell’home entertainment; e nel 2007 (a seguito della quotazione in borsa del 2002 e di un ampliamento del proprio parco dipendenti) Netflix si lancia nel mondo dello streaming, un settore ancora acerbo e bisognoso di notevoli incentivi.

L’affermazione su scala globale

La data più importante della giovane storia di Netflix è riconducibile al 1° febbraio 2013, ossia il giorno del rilascio ufficiale di House of Cards. La sua prima maxi-produzione (che vede il coinvolgimento di un attore del calibro di Kevin Spacey) dà il là ad una propagazione globale assecondata, a sua volta, da uno strabiliante crescendo in termini di film, serie TV, documentari, partnership e molto altro ancora. Da Stranger Things a Orange Is the New Black, passando per Narcos, BoJack Horseman, Black Mirror e il recentissimo The Irishman, il materiale messo a disposizione da Netflix non smette di attrarre masse di nuovi utenti pronti ad appassionarsi a qualunque genere. E sebbene diversi addetti ai lavori storcano il naso, la piattaforma streaming procede spedita verso altri orizzonti fregandosene delle interferenze.