IL “GRIDAS” NON SI TOCCA! 38° CORTEO DI CARNEVALE A SCAMPIA

0
2125

di RAFFAELLA CARDONE

Il Carnevale è alle porte e molte città si accingono a festeggiare uno degli eventi più famosi e spettacolari del Pianeta.

Impossibile, dunque, non citare una delle feste più colorate e incredibili dell’anno che si svolgono in diversi parti del mondo come Rio de Janeiro in Brasile, Trinidad e Tobago nei Caraibi, Nizza in Francia, Venezia, Viareggio e in altre località italiane, tra cui vi è Scampia, quartiere di frontiera situato a Nord di Napoli.

Il Carnevale che si svolge nelle strade di Scampia risale al 1983. Fu promosso dall’Associazione Culturale senza scopo di lucro “GRIDAS” , fondata nel 1981 da Felice Pignataro, Mirella La Magna e altri, con lo scopo di creare un vero e proprio “laboratorio sociale a cielo aperto”, che divenisse un punto di riferimento del quartiere, dove le persone potevano e possono tuttora esprimere le proprie abilità artistiche. 

Il “GRIDAS” si è distinto soprattutto per i suoi “murales” da ammirare, disseminati per le strade della città. Nonostante alcuni si siano deteriorati a causa delle intemperie o distrutti perché ritenuti provocatori e ‘scomodi’ per il loro significato, attualmente ne esistono ancora 200 realizzati da Felice Pignataro con l’aiuto dei ragazzi e delle associazioni, che attraverso tali forme di arte hanno inteso dare voce alle loro battaglie sul territorio.

Il Carnevale di Scampia è ormai una tradizione. E’ caratterizzato da un lungo corteo di carri, bande musicali, maschere e costumi che rappresentano e danno spazio a temi importanti di attualità, di denuncia sociale. E’ un grido di cambiamento.

Ogni anno viene scelto un tema sul quale si organizzano “laboratori creativi”, in cui si realizzano le opere. Il lavoro per la loro concretizzazione dura circa un mese e si tiene al “GRIDAS”, sito presso il “Centro Sociale Ina Casa” a Scampia in via Monterosa 90/b.

Aderiscono all’iniziativa cittadini, insegnanti, scolaresche e le varie associazioni che lavorano per contrastare le difficoltà sociali presenti sul territorio. Il corteo termina con un falò dove vengono bruciate le maschere ritenute simbolicamente negative mentre si continua a danzare e a fare festa insieme.

Quest’anno il “GRIDAS” bandisce il suo 38° Carnevale. Il tema scelto è: “LA RISCOSSA DEI PAPPICI”, ovvero, “TUTTI INSIEME CHE NON C’E’ PIU’ TEMPO”, in riferimento al famoso proverbio napoletano del “pappice” (verme) che con costanza riesce a perforare una noce. 

Il corteo, che si terrà Domenica 23 Febbraio 2020, con partenza alle ore 10.00 da Via Monterosa 90/b, è un’invito ad impegnarsi per edificare una società migliore, nel rispetto dei diritti umani e dell’ambiente.

Documentazione fotografica di Raffaella Cardone
© Riproduzione riservata